folignonline
Edizione del 03 Aprile 2020, ultimo aggiornamento alle 21:00:18
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
folignonline
cerca nel sito

Stampa articolo

Cronaca, 09 Marzo 2020 alle 14:07:15

Coronavirus, quarantena per una classe a Bastia: compagni di classe e genitori del ragazzino figlio del primo contagiato

Intanto salgono a 28 in Umbria i soggetti risultati positivi al Covid-19

Quarantena per i compagni di classe del ragazzino figlio del primo contagiato a Bastia Umbra da Coronavirus. A seguito del contagio dei due familiari, avvenuto nonostante l'uomo avesse tenuto preventivamente la mascherina al sopraggiungere dei primi sintomi sospetti, la Asl e le autorità regionali hanno attivato la procedura legata all'indagine epidemiologica. Isolamento a casa, dunque, per i compagni di classe del ragazzino (anche se al momento nessuno risulta malato). Quarantena fiduciaria consigliata anche per i rispettivi genitori. 


Salgono a 28 i contagiati. Dai dati aggiornati alla mezzanotte dell'8 marzo, 28 persone in Umbria risultano positive al virus Covid-19: ai 26 casi dei quali era già stata accertata nella giornata di ieri la positività quindi, si aggiungono altri 2 nuovi soggetti che hanno contratto l'infezione.Attualmente dei 28 soggetti positivi restano ricoverati in 6, di cui 2 in terapia intensiva nell'Ospedale di Perugia, 1 nel reparto di malattie infettive dell'Ospedale di Terni, 3 in quello di Perugia. Le persone in osservazione sono 553: si tratta di persone in buona salute, ma sotto controllo medico perché venute a contatto con soggetti risultati positivi al virus Covid-19. Di questi, 402 sono nella provincia di Perugia e 151 in quella di Terni. Ad oggi sono usciti dall'isolamento in 124, di cui 93 nella provincia di Perugia e 31 in quella di Terni. Nel complesso entro le ore 24 dell'8 marzo, sono stati eseguiti 175 tamponi.


Chiesta la quarantena volontaria per chi arriva dal Nord. Alla luce delle disposizioni del DPCM in vigore a partire dall'8 marzo 2020, per coloro che stanno rientrando dalle zone del Nord Italia dichiarate nuove "zone rosse", si ricorda l'obbligo di segnalare il rientro al dipartimento di prevenzione dell'azienda sanitaria competente per territorio nonché al proprio medico di medicina generale ovvero al pediatra di libera scelta. Si consiglia inoltre di valutare la possibilità di sottoporsi ad una quarantena volontaria presso il proprio domicilio.


Zone rosse e spostamenti. Fermo restando quanto sopra, si consiglia a tutti coloro che si trovano nelle suddette nuove "zone rosse" di evitare gli spostamenti e i rientri nella nostra Regione, e di seguire pedissequamente le misure emanate dalle autorità competenti.


Le "zone rosse"


REGIONE LOMBARDIA
PROVINCIA DI MODENA
PROVINCIA DI PARMA
PROVINCIA DI PIACENZA
PROVINCIA DI REGGIO EMILIA
PROVINCIA DI PESARO E URBINO
PROVINCIA DI RIMINI
PROVINCIA DI ALESSANDRIA
PROVINCIA DI ASTI
PROVINCIA DI NOVARA
PROVINCIA DI VERBANO/CUSIO/OSSOLA
PROVINCIA DI VERCELLI
PROVINCIA DI PADOVA
PROVINCIA DI TREVISO
PROVINCIA DI VENEZIA


 


 


 



Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Agriturismo Posto del Sole
Axis Italy
Ristorante al Palazzaccio