folignonline
Edizione del 19 Aprile 2019, ultimo aggiornamento alle 20:50:04
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
folignonline
cerca nel sito
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri

Stampa articolo

Cronaca, 04 Aprile 2019 alle 13:49:15

Campello festeggia i dieci anni di defibrillatore alle Fonti del Clitunno

Il ricordo del dottor Luigi Andreani: 'Preziosa installazione del presidio sanitario'

Il Comune di Campello festeggia il decennale dell'installazione del defibrillatore, presidio sanitario di pronto intervento, nella zona delle Fonti del Clitunno all'interno di una struttura adeguatamente allestita. Campello sul Clitunno è stato il primo comune su tutto il territorio italiano ad essere dotato di una macchina salvavita: tale lavoro è stato reso possibile grazie all'amministrazione dell'epoca grazie all'impegno dell'Assessore alle Politiche Sociali e Sanitarie Stefano Cianca nella realizzazione e messa in opera di tale progetto dal grande valore sociale e dal costo pressoché irrisorio.


Il dottor Federico Marroni collaborò alla stesura del progeto. Ed oggi, a 10 anni di distanza, il dottor Luigi Andreani, medico di Medicina Generale, sottolinea l'importanza di questa preziosa installazione. "E' stato un momento davvero importante - ricorda il dottor Luigi Andreani - e l'installazione di un presidio sanitario così importante ha fatto diventare il comprensorio di Campello un territorio cardioprotetto".


Alla presentazione del 26 marzo 2009 intervennero la Dottoressa Maria Gigliola Rosignoli, Direttore Generale dell'allora ASL3 Umbria, il dottor. Giorgio Maragoni, Direttore dell'U.O. Cardiologia di Spoleto, il dottor. Silvano Lolli, Responsabile del Dipartimento Emergenza Urgenza ASL3 e l'Assessore Provinciale alla Protezione Civile Carlo Antonini.


Il funzionamento è straordinario nella sua semplicità: nel momento in cui si preleva dal totem il defibrillatore parte automaticamente una chiamata al 118 e viene inviata un'auto medica sul posto. Per estendere quanto più possibile l'impiego dell'apparecchiatura, al fine di salvare vite umane, l'amministrazione comunale campellina promosse dei corsi di formazione su tecniche di pronto intervento, mirati all'utilizzo del defibrillatore destinati a tutta la comunità: la protezione civile, i vigili urbani, i carabinieri, gli insegnanti e ad ogni cittadino che volesse partecipare di sua sponte ai corsi di primo intervento. Ad oggi dopo 10 lunghi anni di cambiamento, rimane un grande motivo di orgoglio della nostra comunità.


 Nella foto, il taglio del nastro avvenuto dieci anni fa


 

Azienda Modena


Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Sicaf
Ristorante al Palazzaccio