folignonline
Edizione del 19 Aprile 2019, ultimo aggiornamento alle 20:50:04
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
folignonline
cerca nel sito
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri

Stampa articolo

Cronaca, 06 Febbraio 2019 alle 19:03:56

Turismo in crescita, creazione del parco diffuso, illuminazione in centro storico: i risultati della 'gestione' dell'assessore Patriarchi

Bilancio di questi cinque anni di legislatura. Ecco nel dettaglio

"Foligno ha conseguito risultati importanti nel turismo: gli incrementi di presenze ed arrivi sono di rilievo a dimostrazione di un buon lavoro compiuto in sinergia tra amministrazione comunale e associazioni. Accanto a questo sono tanti gli interventi effettuati e da effettuare". Lo ha sottolineato l'assessore Giovanni Patriarchi tracciando un bilancio nel 2018 delle attività svolte nell'ambito delle sue deleghe (tra cui turismo, sviluppo economico e innovazione, Piano di sviluppo rurale, Agenda Urbana).


L'assessore ha ricordato che "sono stati mantenuti appieno gli impegni di campagna elettorale per aumentare la presenza turistica in città. Basta fare riferimento ai dati tra il 2018 e il 2017 (+ 6,2 per cento per gli arrivi e + 4,8 per cento per le presenze) ma soprattutto agli aumenti tra il 2014 ed il 2018, considerato che c'è stata pure la crisi sismica del 2016. In percentuale l'incremento è del 21 per cento per gli arrivi e del 15,7 per le presenze ma, nel dettaglio, gli arrivi nel 2014 sono stati 89.200 e 123mila le presenze. Nel 2018 gli arrivi sono stati 108.400 e 200.100 le presenze".


Patriarchi ha poi accennato al fatto che "sono state previste diverse attività, grazie ai finanziamenti europei per una cifra complessiva di quasi 10 milioni di euro, di cui 6,5 milioni di euro per Agenda Urbana con l'attivazione e la realizzazione di opere, tra cui l'illuminazione pubblica con i cosiddetti pali intelligenti, piste ciclabili.


Sono previsti interventi per la digitalizzazione di servizi comunali (urbanistica, biblioteca), per i percorsi turistici oltre a opere tecnologiche, già realizzate all'Auditorium San Domenico e Zut per rendere più efficienti queste strutture".


L'assessore ha poi parlato dei fondi per Piano urbano diffuso (circa 2 milioni di euro), funzionale a legare le varie parti della città e degli interventi a Pale e Rasiglia per dotare queste frazioni di strutture (bagni e parcheggi) "capaci di accogliere al meglio l'incremento dei visitatori".


Illuminazione. Un progetto di oltre 500mila euro che, per il 2019, prevede l'illuminazione di alcune piazze e di alcune vie per valorizzare l'immagine del centro storico, attraverso l'inserimento e l'uso della luce, quale elemento di qualificazione dello spazio urbano, senza scordare il fattore sicurezza. Illuminazione pubblica artistica degli attrattori culturali o di contesti urbani di valore storico-artistico che includano soluzioni di efficienza energetica e di messa in sicurezza di zone scarsamente illuminate, a vantaggio della sicurezza sociale e della valorizzazione del contesto architettonico del centro storico di Foligno. Il progetto prevede la realizzazione degli interventi sulle seguenti aree urbane: piazza della Repubblica, piazza S. Domenico, piazza del Grano, Orti Orfini, via Gramsci, via Mazzini, via Giuseppe Garibaldi, via XX Settembre, Corso Cavour, via delle Conce, via S.Giovanni dell'Acqua.



Parco urbano - Uno dei progetti più importanti è, infatti, la realizzazione del Parco urbano diffuso: oltre un milione e 800mila euro, già finanziati, per interventi di riqualificazione di un'area che va dagli Orti Jacobilli alla frazione di Belfiore. Il progetto esecutivo è pronto, i soldi ci sono, bisognerà solo avviare la gara di appalto. Sono dieci gli interventi previsti dal progetto: oltre 427mila euro riguarderanno la riqualificazione degli Orti Jacobilli e della Torre dei Cinque Cantoni, poi oltre 300mila euro per riqualificare gli spazi che sorgono a ridosso della strada statale 75; 244mila euro per la riqualificazione paesaggistica e funzionale dell'area connessa a teatro aperto nel tratto tra il Parco Hoffmann e Sportella Marini.


Prevista anche la riqualificazione degli immobili destinato a servizi ludico-creativi inseriti nel tratto fra Sportella Marini nel parco Fluviale del Topino (183mila euro). Nel programma anche la riqualificazione dell'area produttiva Briziarelli che vedrà 146mila euro. 


Prevista anche la sistemazione funzionale e paesaggistica di percorsi già esistenti e di nuova realizzazione nel tracciato che va dal centro storico a Belfiore passando per il quartiere di Sportella Marini. Quindi l'attraversamento pedonale della statale e interventi anche per l'area antistante le ex fornaci Hoffman. Anche la creazione di un nuovo impianto di strutture vegetali e la riqualificazione di quelle già esistenti anche attraverso il reimpianto di specie autoctone per 36.600 euro e la sistemazione del sottopasso tra Sportella Marini e Belfiore per 24.400 euro.


 


 

Azienda Modena


Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Sicaf
Ristorante al Palazzaccio