folignonline
Edizione del 19 Novembre 2018, ultimo aggiornamento alle 09:04:13
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
folignonline
cerca nel sito
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri

Stampa articolo

Ambiente e Territorio, 16 Maggio 2018 alle 15:39:14

Decoro urbano, atti vandalici e sfalci: l'ira della Lega e del Movimento cinque stelle

Interrogazioni e note per descrivere il degrado registrato in citta'

Le condizioni di degrado urbano che interessano alcune zone cittadine sono al centro di un'interrogazione urgente presentata dal neo consigliere della Lega di Foligno, Agostino Cetorelli, il quale chiede a Giunta e sindaco di intervenire in tempi brevi per il ripristino del decoro e a salvaguardia dell'incolumità dei residenti.  Lo sfalcio dell'erba, invece, al centro di una nota del M5S.


"Numerosi cittadini ci hanno segnalato la situazione di incuria che riguarda parchi pubblici, centro storico e frazioni - spiegano dalla sezione Lega di Foligno - oltre al verificarsi di episodi frequenti di atti vandalici nel territorio folignate compreso tra il parco dei Canapè, via Mazzini e Porta Todi da un lato, oltre che nell'area Conce, via Gramsci, Piazza Spada dall'altro. In particolare i bagni pubblici del parco dei Canapè vengono utilizzati spesso come ritrovo di soggetti poco raccomandabili i quali, oltre a gettare a terra rifiuti, siringhe e indumenti, sono stati visti e fotografati nell'atto di defecare all'ingresso del parco".


"Inoltre, diversi residenti nell'area delle Conce, Piazza del Grano e Piazza Spada, denunciano da anni atti vandalici da parte di persone che continuano a utilizzare luoghi pubblici e privati senza rispetto per chi vi abita: schiamazzi fino a tarda notte sono ormai consuetudine, senza contare episodi di abbandono di oggetti nel canale, bivacco, atti di aggressione tramite bottiglie di vetro lanciate contro le finestre dei residenti. Tale situazione - spiegano dalla Lega di Foligno - non è più tollerabile, il sindaco e la giunta devono intervenire immediatamente cercando di recuperare il ritardo accumulato per ripristinare il decoro urbano e soprattutto per arrestare quei fenomeni spiacevoli che precludono ai cittadini una normale vita quotidiana, mettendone a rischio la serenità e l'incolumità".


Il taglio dell'erba,invece, è l'argomento sul quale è il Movimento Cinque Stelle che sentenzia e protesta. Anche se si deve evidenziare come le piogge continue di questi ultimi mesi, di certo, hanno agevolato la crescita a dismisura dell'erba. Senza contare poi i tempi tecnici necessari per le gare di appalto effettuate per la gestione del verde pubblico, con il cronoprogramma degli sfalci partito lo scorso fine mese di aprile che sta interessando tutto il territorio comunale.


"Il taglio delle erbe e la sistemazione dei luoghi pubblici - dicono - è uno dei ‘servizi collettivi' necessari per la sicurezza dei cittadini e il decoro della città ed è a carico delle Amministrazioni pubbliche e, nel caso specifico, facilmente programmabile in termini di tempistica e priorità di intervento. Ma a Foligno come funziona?".


Il M5S evidenzia il fatto che se questo non funzionava con la Fils, ora con un'altra azienda la situazione è addirittura peggiore. "Ci hanno raccontato che le aziende private funzionano certamente meglio di quelle pubbliche - dicono - Un buon Amministratore non è bravo se fa morire un'azienda partecipata ma se la fa funzionare. Non sono più nemmeno in grado di garantire i numeri necessari per approvare il rendiconto 2017, litigando sulle responsabilità tra consiglieri della stessa maggioranza con fuorusciti della prima ora, con quelli usciti più di recente ma nel frattempo rientrati e con quelli ‘fuorusciti forse'".


 


 


 

Trattoliva Ristorante // Campello sul Clitunno


Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Vus Com
Principe
Sicaf