folignonline
Edizione del 16 Ottobre 2018, ultimo aggiornamento alle 20:35:56
nato dalla fantasia di Leopoldo Corinti, dedicato alla sua famiglia
folignonline
cerca nel sito
Sicaf e La Rosa - Onoranze Funebri

Stampa articolo

Cronaca, 20 Dicembre 2017 alle 20:25:25

Una stanza dedicata alle donne che denunciano violenze ed abusi

E' stata inaugurata presso la caserma dei carabinieri di Foligno: realizzata dal club Soroptimist con la collaborazione della Fondazione Cassa di Risparmio e dell'Arma [Fotogallery]

Una stanza all'interno della caserma dei carabinieri che servirà per ascoltare e aiutare le donne ed i bambini che denunciano violenze ed abusi. E' stato Il Soroptimist International Club Valle Umbra che ha promosso la realizzazione dell'aula protetta, un progetto che si è concretizzato con la disponibilità del Comandante della Compagnia Carabinieri di Foligno e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno che ne hanno riconosciuto l'elevato valore sociale.


E proprio oggi che la stanza, n.100 nel panorama nazionale, è stata inaugurata. L'Arma ha preparato personale specializzato deputato all'ascolto della denuncia, il Soroptimist International d'Italia ha investito le sue energie per fare in modo che la bravura del personale possa trovare un contesto sinergico per raggiungere il risultato e la Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno ha nuovamente testimoniato la sua vicinanza e sensibilità a tematiche concernenti la Persona e la sua dignità.


Ad introdurre la conferenza la presidente folignate del club Soroptimist, Sonia Bidovec, che ha passato la parola al comandante dei carabinieri Angelo Zizzi che ha sottolineato la caparbietà e la determinazione delle donne del Soroptimist, "una stanza - ha detto dedicata all'audizione, uno strumento in più nelle mani di tutti noi. Gli strumenti repressivi ci sono, ma ci si deve concentrare su quelli preventivi e anche sull'aiuto e sul recupero delle vittime. E' necessario che si realizzi una rete fra soggetti in grado di appoggiare le vittime di violenza".


"Questo è solo un punto di partenza - ha detto il presidente della Fondazione, Gaudenzio Bartolini - noi ci siamo sempre quando si parla del sociale". Il sindaco e presidente della Provincia, Nando Mismetti, ha ringraziato la presidente nazionale del Club Soroptimst per "la vicinanza durante il terremoto del 1997, "Abbiamo bisogno di spazi come questi - ha detto -anche perché stiamo assistendo ad una crisi oltre che economica anche di valori, di relazioni".


Un ambiente funzionale e confortevole, utile per ritrovare, partendo da situazioni tanto drammatiche, dignità e rispetto, come ha evidenziato, Carlo Sfacteria, Comandante del Reparto Operativo, "Rendere una testimonianza in un ambiente riservato, accogliente ma al tempo stesso dotato dell'attrezzatura necessaria affinché la testimonianza resa sia legalmente utilizzabile è ora possibile".


La Presidente Nazionale del Soroptimist International d'Italia, Patrizia Salmoiraghi, ha evidenziato la soddisfazione che le ‘soroptimiste' sentono ogni volta che si fa qualcosa per gli altri "La tenacia, la professionalità, la collaborazione - ha detto - sono tutte caratteristiche che ci contraddistinguono".


Poi ha parlato del nuovo progetto "Si sostiene il coraggio" che consisterà nell'aiuto dal punto di vista sia formativo che lavorativo per quelle donne che denunciano le violenze. Al termine della conferenza, la benedizione del vescovo monsignor Gualtiero Sigismondi, della stanza e un buffet realizzato dalla chef e socia del club Luisa Scolastra.


 

Trattoliva Ristorante // Campello sul Clitunno


Commenti (0)
Aggiungi un commento [+]
Sicaf
Vus Com
Principe